Message
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon Questo diploma sa di tappo.../2

There are no translations available.

Ciao Marco,

cito la tua frase perchè mi ha veramente offeso. Inoltre se ai vertici dell'ARI, OM dello spessore i I4EWH e molti altri prendono con ironia (perchè non merita altro) questi diplomi che organizzi, fossi in te qualche domanda me la farei. Pertando intendo riferire questa tua affermazione ai vertici ARI,  se non mi chiedi scusa di quello che hai affermato, o porti prove  delle tue affermazioni nei miei riguardi.

Forse prima di rispondermi dovresti informarti sui diplomi che ho organizzato/coorganizzato con altri, non mi risulta di aver fatto diplomi riguardanti cani etc. I miei diplomi sono sempre stati approvati dall' ARI  e moltissime volte alla loro presentazione/premiazioni hanno partecipato membri del CD  presente e passato,  e non certamente con ironia come dici tu e I4EWH che non conosco e che per me è un OM come tutti gli altri. Non sapevo che gli OM si misurano con  il metro(spessore)!.

Per quel che riguarda la mia attività  in 40 di radio spazia dai contest i due metri, DX (sono Sgt, radiotelegrafista M.M.) e di paesi ne ho collegati. Ma per me  vale di piu un diploma nostrano che tutti i diplomi americani. e di VFO ne ho consumati parecchi.

Per questo mi ritengo  personalmente offeso dalle tue dichiarazioni, prima di offendere vedi di informarti con chi parli.

Inoltre non ti permetto di fare ironia sulle città da te citate. A Mondovi durante i vari Meetig DCI sono venuti diversi membri del CD e a Ceva idem durante la premiazione del Diploma CItta di Ceva, a ricordo della terribile alluvione del 94 dove noi radioamatori eravamo in prima linea. Per il Diploma "PenneNere " che coorganizzo con il GRA  Grupppo Radioamatori Alpini) 1600 iscritti,  e stato presentato ai vertici della associazione  in quel di Busto Arsizio anni fa. Ne avrei ancora moltissimi da citarti  e convalidati dall ARI.

Mi ritengo molto offeso, e chiedo scusa se non sono un OM di "peso" come dici, ma un OM che crede in quello che fa. Io non  ho mai fatto ironia sui collezionisti di placche diplomi americani e altrettanto  chiedo che tu faccia nei miei confronti.

Per le città da te citate non meritano neanche lontanamente paragonarsi a Milano, tantè che moltissimi milanesi vengono in vacanza da questa parti.

Pier, IK1NPP


Ciao Pier Giovanni,

ti ringrazio per la tua gentilezza con cui hai definito la mia stazione megagalattica ma ti assicuro che è una normale stazione in in appartamento in pieno centro di una cittadina di provincia.

Ci tengo a precisare che non uso la suddetta megagalattica per dare solo 59 ma anche per molto altro.

Forse, magari eri impegnato a inventarti un nuovo diploma, non ti è ben chiaro cosa c'è dietro un apparente sterile "five nine" o "..... -. -.", c'è un impegno enorme fatto di studi, di progetti, di obiettivi importanti, di impegno, in una parola passione; certo costa fatica in tutti i sensi, molto meno faticoso fare "ragchewing" sui quaranta o ottanta e passare lo "stop orario" per il diploma del cane maltese.

Vedi, per fortuna una radio non ha solo ON e OFF ma possiede quella magica manopolona che si chiama VFO, che ti da' la possibiltà di scegliere e non mi sento per niente superiore se scelgo con chi fare QSO per due motivi importanti: imparare qualcosa ogni giorno e condividere con chi ha bisogno le mie esperienze di 40 anni di radio.

Inoltre se ai vertici dell'ARI, OM dello spessore i I4EWH e molti altri prendono con ironia (perchè non merita altro) questi diplomi che organizzi, fossi in te qualche domanda me la farei.

Sta arrivando la bella stagione, tempo di fare i BBQ sul mio terrazzo con vista antenne, userò la carta del mio DXCC in 160 metri (fatto da un appartamento in città e non con le antenne degli altri), il legno della placca N.1 Honor Roll e lo stiker con scritto DXCC 345 per accendere il fuoco e mi butterò, sempre che ci riesca, a caccia del diploma della notissima città di Ceva o, ancora più difficile, città di Mondovì.

Seventitrì.

Marco Bombelli, IK2CHZ - K2CHZ