Messaggio
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon Opinioni&Idee

PostHeaderIcon Cercasi progetto per ampli

Buonasera, è da parecchio tempo che spero esca su RadioRivista il progetto di un amplificatore HF pensato in modo che possa essere autocostruito da tutti quei radioamatori che come me pur non essendo dei maghi, hanno un po' di esperienza pratica nel settore.
Su internet di progetti se ne trovano tanti ma il problema è sempre il solito: il costo delle valvole. Da un po' di tempo a questa parte sul mercato si trovano valvole di costruzione russa a prezzi direi molto accessibili - vedi ad esempio le GU46B. A me sembra un'ottima valvola ma non sono riuscito a trovare un progetto completo con tanto di schema. E' possibile pubblicarne uno?
Attendo vostro cortese riscontro. Grazie.

Giovanni, IZ1REC

 

 

PostHeaderIcon Sezione Ciociaria commissariata

Vi comunico che nel numero di Dicembre 2015 è stato erroneamente pubblicato su RadioRivista, causa una non veritiera comunicazione, un Organigramma relativo alla Sezione ARI Ciociaria che invece risulta commissariata come da giusta Delibera del CR Lazio. Unico Responsabile della Sezione il Sig. Stefano dell'Uomo IK0NSY.

Il Presidente ARI CR Lazio
Giorgio Cavalieri

 

PostHeaderIcon I preziosi regali di I4OG

Buongiorno a tutti, a seguito delle donazioni del vostro socio Orecchia Dr. Giorgio - I4OG - HR56/2518 alla Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara, vi confermiamo che sono disponibili alla consultazione le RadioRiviste dal 1947 e, grazie al vostro continuativo contributo, è disponibile alla consultazione nella Sala Periodici, dove è possibile trovare l'ultima annata della RadioRivista. Riguardo le due donazioni di libri fatte dal Dr. Orecchia, è terminato il lavoro di catalogazione/collocazione e pertanto il materiale e ricercabile on-line via web nel nostro OPAC (On-Line Public Access Catalogue) al seguente indirizzo http://opac.unife.it. E' possibile anche richiedere il prestito o la sola consultazione dei materiali, secondo le modalità espresse nel regolamento interno che potete consultare nel sito web della Biblioteca Ariostea http://archibiblio.comune.fe.it. Per fare tutto questo è necessario essere tesserati presso una qualsiasi delle Biblioteche della Provincia di Ferrara, in quanto facciamo parte di un Sistema Bibliotecario Unificato. Il socio Orecchia Dr. Giorgio chiede gentilmente che la notizia venga pubblicizzata su RadioRivista.
Grazie della collaborazione e cordiali saluti.

Giorgio Orecchia, I4OG

 

PostHeaderIcon Circa l'attestato del Ruolo d'Onore per i Soci ARI

Gentilissimo Direttore Gabriele I2VGW, la presente viene inoltrata con notevole ritardo per seri motivi. Mi scuso vivamente. Mi riferisco ad un esauriente articolo di un Socio dell'ARI. Mi sforzo a scrivere la presente perché non so se un domani potrei avere l'onore di ottenere anche questo eccellente riconoscimento. Come giustamente cita l'Amico OM, bisognerebbe possedere particolari requisiti. Lo scrivente I0MOC, OM dal 1959-60 ha già ottenuto l'Attestato di Fedeltà.
I0MOC ha sempre operato ed opera in CW, lo ha insegnato ad altri Amici OM e mi onora di ritenermi un FEDELE MARCONISTA, senza “macchinette” tritacarne...
Requisiti: prima Diploma di Radiotecnico, successivamente scuole serali dopo una intensa giornata di lavoro come elettrotecnico, diploma sudato di Perito-Capotecnico.
Successivamente montaggio e assemblaggio dei quadri elettrici con gli interruttori al mercurio per il sollevamento delle prime sbarre nei caselli stradali. Riparatore dei TV in B/N poi il colore... Secondo il mio modestissimo parere l'Attestato di Fedeltà dovrebbe essere concesso ogni 10 anni di rispettoso servizio nell'attività radioamatoriale previo contributo spese di istruttoria e spedizione. Ma come sono diventato radioamatore?
Con le prime “lirette” guadagnate realizzai la... radio a galena... con il “Baffo di Gatto”, poi acquistai una scatola di montaggio, mi sembra “CORBETTA” con 3 o 4 bande di ricezione (anni 57/58). Al momento della Taratura (ad “occhio e croce”), ogni mattina, prima di recarmi al lavoro, in banda “40 m” ascoltavo sempre, con un segnale FORTISSIMO una stazione che comunicava: “CQ CQ CQ qui I1ZCT da ANGHIAR che fa chiamata generale, grazie e passo all'ascolto!”. Chi sarà, mi chiesi? Dopo lunghe ricerche appresi che si trattava di un “Radioamatore”, etc.
Molti ricordi affiorano nella mia mente.
Ricordo con nostalgia eccellenti “Marconisti”: I1TJ (sk) fiero della sua G.P. e HRO con tanti cassetti. La sua stazione Radioamatoriale era in un armadio!
I1TWA, grande Goffredo, eccellente Marconista e sperimentatore con la sua radio in un “soppalco” che raggiunge con una... scala! Dottor Maurizio Laurenti I0WM che spesso andavo a trovare disturbando i suoi studi universitari:... infatti con la mano sinistra leggeva il testo di studio e con la destra manipolava un tasto verticale con un TX, max 20 watt, da lui autocostruito, mi sembra con una 6L6. Tutto questo accade negli Anni '58-59. Dopo queste esperienze conseguii, previ esami in V.le Trastevere di Roma, le tre patenti di Radio Operatore e cioè di 1°, 2° e 3° classe.
Ricordo il compianto “Peppino” I1OJ che paternamente con il suo dolce sorriso ci incoraggiava. Altri amici li ho purtroppo persi di vista. Bellissimi ricordi di valorosi operatori, Amici OM, Marconisti. Con I1PFG, Fra Giovanni Pasqualetti (SK) captammo il segnale di soccorso (siamo in AM, 1960) del tragico terremoto in Agadir, un mattino alle ore 7 circa... Molte richieste di soccorso le segnalarono al CIRM che tutti conoscono.
Invito, pertanto, ad operare tutti in telegrafia e diventare ottimi Marconisti. Onoreremo così in modo degno “il Padre della Radio”: Guglielmo Marconi come più volte è stato pubblicato su RadioRivista. In CW ho “lavorato” e ho le relative conferme, circa 240-250 “Paesi”, per me, ogni QSL card è un diploma.
La Sezione ARI di Roma è per me irraggiungibile trovandosi quasi in un'altra città.
Cari Giovani, operate in telegrafia e solo così onoreremo il “mago dell'etere e dello spazio”! 51/73 a tutti.

Marconista Carlo Montesi, I0MOC

 

PostHeaderIcon 58° Jamboree

Gentile Redazione, con l'occasione Vi invio anche un mio articolo riguardante lo stesso evento, pubblicato sul Corriere di San Severo, edizione Novembre 2015.
Cordialmente.

Enrico Maggio, IK7YZI

Clicca qui per scaricare l'articolo in PDF

 
Altri articoli...