Messaggio
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon Chiude il centro RAI di Monza?

Leggo su RadioRivista di dicembre 2018 a pag. 72 questa brutta notizia.
E' la prima volta che condivido ed apprezzo quello che scrive Gallerati, mi sembra che l'ARI dovrebbe impegnarsi per evitare la chiusura del sito. Nel sito mi risulta abbia lavorato anche qualche Radioamatore.
Il mio sogno sarebbe trasformarlo in un museo destinato a divenire Patrimonio delll'Umanità UNESCO, come il sito dedicato alla ricezione di stazioni radio e al radioascolto in genere.
Occorrerebbe coinvolgere Istituzioni ed Associazioni importanti (FAI, CNR, RAI, ARI, altre Associazioni di Radioamatori e radioappassionati etc.), non bastano poche centinaia di firme sul WEB.
Al museo degli Strumenti Musicali del Castello Sforzesco è visibile lo "Studio di Fonologia Musicale di Milano della RAI" donato dalla RAI. Puntiamo a qualcosa di simile!
Il Vicepresidente  facente funzioni di Presidente dell'ARI, con la sua professione di giornalista, a mio parere potrebbe dare un grande contributo a far nascere un'iniziativa importante.

73 de Claudio, IK2PII