Messaggio
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon Bassa potenza e futuro

Buongiorno,  innanzi tutto mi presento: mi chiamo Franz Falanga, sono un antico dinosauro, il mio nominativo è  I3FFE ex I7FFE e sono uno dei padri fondatori, per l'esattezza il numero 4, dell'IQRP CLUB.

Ogni tanto leggo su RR degli articoli sul QRP dove qualche volta sono immeritatamente citato. Assai ringrazio chi mi cita civilmente. Ciò detto, vi spiego il perché sto scrivendo a RR, con la speranza che pubblichi questa mia lettera. Assisto alla proliferazione di molti Club QRP, assisto a deliziose diatribe tra i vari Club. Spesso viene citato anche il GRP CLUB. Ebbene, sia ben chiaro che non sono interessato a queste discussioni, a queste continue lotte fratricide, a, queste ridicole puntualizzazioni.

Sono argomenti ai quali non sono appassionato. Vi dirò di più, se in Italia nascessero altri dieci, venti, cinquanta, cento Club di appassionati delle trasmissioni a bassa potenza ne sarei felicissimo. Questo l'antefatto. Ora una mia considerazione. La prima è che sono arciconvinto che le trasmissioni a bassa potenza siano il futuro del radiantismo. Alla luce di quanto ho detto, consiglio caldamente a chi sarà così gentile da leggermi, la lettura dell'aureo libro "LA DECRESCITA SERENA" editore Bollati Boringhieri di Serge Latouche. Non ho altro da aggiungere, e, come diceva il mitico Totò, "abbiamo detto tutto". Vi auguro tutto quello che volete.

73 de Franz Falanga, I3FFE/IQRP#4