Message
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon Impariamo a conoscere il Band Plan IARU della Reg. 1

di Pier Luigi Anzini, IK2UVR

Continuiamo con le informazioni utili soprattutto ai novizi, ma anche per i Radioamatori più esperti ogni tanto una rinfrescata può essere utile. Una cosa che tutti, ma proprio tutti, i nostri Soci devono conoscere è il Band Plan, in altre parole la ripartizione delle frequenze assegnate al Servizio di Radioamatore secondo il modo di emissione utilizzato. Come in tutte le cose anche nel nostro hobby occorrono delle regole, altrimenti regnerebbe l'anarchia. Il Band Plan IARU - International Amateur Radio Union potrebbe definirsi un gentlemen agreement per ottimizzare l'utilizzo delle bande che la ITU ci ha assegnato, in esclusiva oppure in coabitazione con altri servizi. In quanto Soci dell'ARI, che è filiazione della IARU, siamo tenuti a conoscere e a seguire scrupolosamente il Band Plan della Regione 1 che comprende l'Europa, l'Africa, il Medio Oriente con la penisola Arabica e tutte le Repubbliche che fecero parte dell'ex Unione Sovietica. La Regione 2 comprende le Americhe con la Groenlandia, e la Regione 3 comprende il resto dell'Asia, a est della Turchia e a sud del confine ex sovietico, e l'Oceania. Purtroppo i 3 Band Plan sono differenti, specialmente quello della Regione 2, anche se negli ultimi anni sono stati fatti tentativi di armonizzazione.

 

Leggi l'articolo in PDF
tratto da RadioRivista 2/16 pagg. 62-65