Messaggio
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon "Spina dorsale del volontariato": quando c'è l'emergenza

Palmanova - "Siete la spina dorsale del volontariato e un punto di riferimento fondamentale per le emergenze sul territorio". Lo ha affermato il Neodirettore regionale della Protezione Civile, Luciano Sulli, alla delegazione dei responsabili dei radioamatori delle Sezioni ARI del Friuli Venezia Giulia e al presidente Giovanni Giol, durante un incontro nella struttura regionale della sede di Palmanova.

C'erano i Presidenti e i delegati Ari-Re delle Sezioni Ari di Udine, Gorizia, Trieste, Pordenone, Monfalcone, San Daniele e Manzano. Si è trattato di un momento, oltre che istituzionale, per conoscere la storica Associazione nazionale antesignana della Protezione Civile, anche costruttivo, dell'importante realtà dei radioamatori sempre pronti con le loro apparecchiature a trasmettere le comunicazioni in caso di emergenza o di calamità naturali, che riescono sempre a svolgere il loro compito anche nelle situazioni più difficili negli interventi sia in Italia sia all'estero.

 

Durante l'incontro il Presidente regionale dei radioamatori, Giovanni Giol, ha illustrato al direttore Sulli l'attuale disposizione della rete analogica radioamatoriale e la sua copertura in tutta la Regione. Inoltre, il Presidente ha illustrato la rete digitale "D-Star", all'avanguardia in campo nazionale, realizzata nel corso degli anni, grazie anche a qualche aiuto avuto dalla Protezione Civile. In caso di black-out delle Comunicazioni tradizionali, infatti, i radioamatori con questo sistema e con la rete Wi-Fi, sono in grado di trasferire le comunicazioni di emergenza in modo affidabile, senza l'ausilio di altri sistemi oggi tecnologicamente molto avanzati ma costosi.

 

A Palmanova, inoltre, la Protezione Civile ha messo a disposizione dei radioamatori, già da anni, una "Sala Radio", con tutte le più moderne apparecchiature da utilizzare sia in caso di calamità, sia per le esercitazioni e le assistenze regionali.

Nel suo intervento Sulli ha posto l'accento, su due elementi fondamentali del suo mandato appena cominciato: la massima attenzione per il territorio regionale specie  nelle sue criticità idrogeologiche e il grande esercito dei volontari. "Il mondo del volontariato - ha sottolineato il direttore Sulli - rappresenta una  risorsa fondamentale e punta di diamante del nostro sistema regionale di Protezione Civile".

Ha inoltre spiegato che la maggior attenzione al volontariato si manifesterà anche nella nuova organizzazione interna della direzione regionale, che vedrà come punto di forza, il massimo ascolto e il continuo confronto reciproco con i vari livelli dell'organizzazione regionale della Protezione Civile, nella quale i radioamatori avranno un responsabile come punto di riferimento.

Ciro Vitiello, IV3RVO
Giornalista de "Il Piccolo" di Trieste

Giovanni Giol, IV3AVQ
Presidente CRFVG