Message
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon Opinioni&Idee

PostHeaderIcon L'FT8 e quella facile ironia comodamente seduti nella poltrona di casa

There are no translations available.

Anche io ho letto l'editoriale di gennaio di RadioRivista; e leggendolo ho provato un moto di affetto irrefrenabile nei confronti di Gabriele: il pensiero di lui, sperduto su un'isola a 7000 km da casa, devastato dalla noia eppure deciso a tradire tutti i suoi principi pur di consentire a noi, pigri radioamatori cui piace vincere facile, di collegare un ATNO in FT8, questo pensiero, dicevo, mi ha commosso quasi fino alle lacrime.

Anima bella, quanto deve essergli costato assistere a tale scempio senza fare nulla, vedere il log riempirsi di oltre undicimila QSO fatti con radioamatori che mentre lui era divorato da zanzare e rimorsi erano al bar a sorseggiare un aperitivo.

E poi mi sono anche chiesto ma perché? Perché sottoporsi volontariamente a tale inumana tortura? Perché farlo, se ciò comporta rimorsi talmente lancinanti da dover fare addirittura "outing" a pagina 9 di RR? Perché non delegare tale pratica disdicevole a qualche OM dalla morale flessibile e dalla coscienza impermeabile? Datemi una risposta credibile, please.

73, Michele, IZ2EAS
(ARI sezione di Milano)



Caro Michele,
hai pensato bene di pubblicare un post nel forum di ARI-Fidenza per manifestare il tuo disappunto e la tua "preoccupazione" per la fatica e le "torture" cui mi sono sottoposto volontariamente anche per dare, come probabilmente ho dato a te, un ATNO in FT8.

Quale insospettabile e gradita solidarietà seppure manifestata con un'ironia facile e, scusami, francamente piuttosto dozzinale.

Se permetti delle mie fatiche e dei miei "outing" sono abbastanza grande per occuparmene io. Mi piace solo ricordarti e ricordare a chi ha letto il tuo post e sta leggendo questo scambio epistolare che io comunque mi sono sempre messo in gioco faticosamente, per davvero, inanellando in tutti questi anni decine di DXpedition i luoghi non proprio e non sempre ameni.

Mentre dall'altra parte dello shack c'è sempre stato qualche Michele che comodamente seduto nella poltrona di casa, senza troppi sforzi, nè fusi orari, nè viaggi interminabili, ha potuto mettere a log Paesi che gli sono stati serviti su un piatto d'argento.

Tanto ti dovevo, dato che cercavi la risposta credibile.

Con l'augurio di tanti altri "comodi" DX.

Gabriele, I2VGW

 

PostHeaderIcon Le regole della convivenza

There are no translations available.

Il testo seguente era la bozza di una e-mail che non ero sicuro di inviare... personalmente non mi sento di criticare nessuno ma visto l'arrogante perdurare di questa situazione trovo giusto denunciarla pubblicamente.

Domenica scorsa (22 settembre) stavo vagando sui 144, che dopo i due weekend di discreta attività (Contest IARU e Sota Day) sono tornati ad essere preda della desertificazione, quando mi sono imbattuto in un segnalone a 144.160 che, nonostante l’intensità, ingenuamente, non riuscivo a centrare; come i più smaliziati avranno capito si trattava di un “normale” QSO in FM! Subito ho pensato ad un errore ma poi il collega (I1EVB), l’unico che sentivo, ha cominciato a vantarsi con il corrispondente di non essere nuovo a tali scappatelle, che era già stato oggetto di critiche in passato e sfidava arrogantemente chiunque a denunciarlo; dopo aver sentito questa bella uscita, sconsolato ho spento tutto. Stamattina (29 settembre), per curiosità ho sintonizzato nuovamente il mio glorioso TM255 e il simpatico personaggio era nuovamente lì in QSO, seriamente impegnato a lanciare insulti e anatemi piuttosto pesanti contro chi era intento a disturbare la sua ruota con portanti, etc… e di nuovo ho fatto QRT.

Che dire, a mio modestissimo parere, in radio come nella vita il rispetto di semplici regole, come in questo caso il Band-Plan, pur se non legalmente vincolanti, sta alla base della convivenza civile e anche se, purtroppo, il collega trova altri disposti a seguirlo in questa sua “ribellione” (d’altronde un QSO si fa almeno in due) non capisco come possa lamentarsi dell’indiscutibilmente cattivo comportamento di altri; forse il bue dà del cornuto all’asino? Vorrei chiarire che, nonostante l’anzianità di licenza la mia attività, limitata per scelta alle VHF, è ridicolmente scarsa, tant’è che faccio fatica a ritenermi un radioamatore serio e tanto meno vorrei ergermi a fustigatore ma, sinceramente, di fronte a certi comportamenti…

73 Stefano, IW1FIF


 

PostHeaderIcon "FT8, sono con te", e propongo...

There are no translations available.

Sono un “giovane OM” Aldo i1HHH: licenza 01/09/1963,  anzitutto complimenti  Gabriele, vecchio DXer,  ho apprezzato moltissimo il tuo articolo su RR 01/2020, pag. 9 “FT8, come dire: confusi ma felici”, tanto che con questo mio semplice parere da vecchio OM voglio proporre sia in ambito ARI sia IARU che i QSO operati dai PC dei colleghi OM, perché così è, non possano essere considerati QSO, mancando l’intervento intellettivo dell’operatore, che unicamente dà il via al Pc poi lui può andarsene a fare altre attività, tipo lavoro quotidiano, etc. abbandonando alle voglie del Pc e degli hacker la funzionalità in trasmissione dei suoi trasmettitori.
Così come è vietato per legge, acconsentire ad un semplice  patentato radiooperatore di operare dalla stazione radio di un OM se non in presenza del titolare, e credo che la legge sia quanto mai chiara, non scordiamolo, è la base che sovrintende le attività di tutti i radioamatori nel mondo, a tutela e garanzia per tutti noi che chi ci risponde sia in CW, RTTY, e Fonie varie, è persona qualificata che è in grado di corrispondere con noi, non una macchina senza intelletto, anche se oggi si straparla di “intelligenza artificiale”.
Le emissioni che non consentono l’intervento diretto dell’operatore, come pure non possono essere verificate uditivamente quindi accertata l’effettiva esistenza dell’emissione, salvo in ambito locale da parte di qualsiasi OM in ascolto, non devono poter essere né messe a log in Contest né riportate nel log di stazione, ovviamente ci può essere il forte dubbio di QSO non effettuato ma inventato, purtroppo vecchia usanza, quindi  neppure  valido a tutti gli effetti per il rilascio di Diplomi e simili e tanto meno in Contest organizzati con queste emissioni.  Ragioniamoci bene su queste nuove emissioni, va bene quelle in PSK31 e simili, ascoltabilissime sopra il rumore di fondo, dove i contenuti dei messaggi possono essere creati sul momento, comunque sotto il controllo diretto  dell’intelletto del titolare dell'autorizzazione a trasmettere.
Personalmente ho potuto verificare che vari OM si sono buttati su questo FT8 e simili, direi le emissioni dei pigri, che non sono capaci di ricevere i corrispondenti nel pile-up dei Contest o delle DXpedition, la vecchia regola quanto mai sempre valida, diceva  e dice: ascoltare, ascoltare, ascoltare, ma con le proprie orecchie, so che non è facile, ma siamo radiooperatori, e ricordiamo a questi che il loro Pc non è autorizzato ad operare per loro, non essendo patentato! Molti 51 per un 2020 anche senza FT8.

Aldo, i1HHH

 

PostHeaderIcon "FT8? Io intanto faccio altre cose"

There are no translations available.

Ciao Direttore,
volevo complimentarmi per il tuo editoriale relativo a FT8 e sono pienamente d'accordo.
E' un modo usato moltissimo e bisogna tenerne conto. Personalmente lo trovo noioso, lo scorso anno con II2RR ho provato ma non riuscivo ad andare oltre i tre o quattro QSO mi annoiavo a morte.
Quest'anno nei 90 giorni di IB2LV mi sono imposto di provare ancora con FT8.
In pratica quanto ero stanco di fare CW per riposarmi utilizzavo FT8, ti giuro riuscivo fare QSO in FT8 e al tempo stesso navigavo in internet, mettevo in ordine la scrivania, potevo mangiare anche un gelato  etc...non ne ho fatti molti di QSO perché in squadra avevo un operatore che faceva solo FT8 e non volevo essere troppo invadente. Ma...mi riposavo!
Comunque ho notato un fenomeno strano non ho ancora (almeno nella mia cerchia) sentito osannare FT8 eppure...tutti lo fanno.
Per analogia mi sembra quel un partito politico della mia gioventù che nessuno ammetteva di votarlo ma aveva sempre la maggioranza relativa, deve essere una roba così.
Mi raccomando questa mail è diretta all'amico e non deve essere resa  pubblica non vorrei attirarmi le ire dei "Digitals" ho una famiglia non vorrei mi bruciassero la casa.
Avanti così Herr Direktor! Complimenti.
Ciao.

Piero, IK2AVH

 

PostHeaderIcon FT8, è vero. Non vale vincere facile

There are no translations available.

Gabriele,
una battaglia impari, ma finché è possibile noi la combattiamo. FT8 non è ammesso fra i modi operativi del Mountain QRP Club.
Sarebbe troppo facile, andare in montagna, accendere il Pc che poi fa tutto da solo, mentre si va a raccogliere fragole o funghi, quando ci sono.
Buon Anno.

Roberto, BDO

 
More Articles...