Message
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon ARI International DX Contest 2012

There are no translations available.

ARI International DX Contest 2012
Risultati Italia


Cari Contesters,

è con grande piacere che Vi presento i risultati della edizione 2012 dell’ARI International DX Contest.
Immagino che non siate troppo sorpresi nel leggere questi commenti sul nostro contest International DX, su R.R. di Settembre! Settembre, mese della vendemmia per antonomasia, e allora quale migliore occasione per festeggiare la raccolta con i risultati e le classifiche.
Con il software di controllo che abbiamo a disposizione, il lavoro più facile è quello della compilazione delle classifiche, che vengono prodotte in un ambiente “asettico” e “protetto”. Il grosso del lavoro è invece nella preparazione di quell’ambiente, con un numero imprecisato di verifiche manuali, per garantire che poi il software abbia le più complete e corrette informazioni per decidere come giudicare ogni singolo QSO e ogni singolo CALL.
Per arrivare ad un tale ambiente occorre fare un certo numero di passi e di successive indagini a 360 gradi, azioni che iniziano ben prima che il contest abbia inizio, per predisporre gli automatismi (robot) di ricezione e validazione dei log, e indagini che continuano durante lo svolgimento del contest e terminano alcuni minuti prima che le classifiche vengano prodotte.

Quest’anno è stata introdotta, per le stazioni italiane, l’indicazione del codice della propria Sezione ARI in un campo ad hoc (LOCATION) della testata del Cabrillo. E’ filato quasi tutto liscio, ma alcuni partecipanti non amano leggere il regolamento e, ovviamente, non essendo al corrente delle eventuali novità, si trovano davanti a degli ostacoli banalmente superabili, una volta che se ne conosca la natura, che essendo inaspettati e ignoti si trasformano in barriere impenetrabili. Tutto sommato, a parte qualche caso disperato, direi che tutti hanno ampiamente meritato la sufficienza piena!

Ma torniamo un attimo al discorso dell’ambiente. Per esempio occorre stabilire se alcuni nominativi sono accettabili o meno per il contest (ad esempio vi erano in aria alcune DX-pedition durante il contest, che chiaramente non partecipavano al contest stesso). Occorre anche stabilire se, e quali, nominativi speciali sono corretti e validi o meno; poi vi sono i casi di nominativi mal digitati o digitati in modo incompleto, che vengono segnalati come potenzialmente errati dal software, ma che richiedono appunto una verifica manuale e una successiva decisione. Vi sono poi le scoperte di log che hanno passato tutti i precedenti controlli ma che riportano dei tassi di errore esagerati: si scoprono così delle vere e proprie miniere di baggianate, di cose umanamente incomprensibili e difficilmente spiegabili. Sentite questa, per esempio: un log riporta un tasso di errore del 98.7%. Apro il log e tutto è perfetto, il Cabrillo ha la testata completa, i QSO sono formalmente corretti, ci sono i rapporti inviati e ricevuti, tutto a posto, insomma. Penso subito che il software abbia un difetto, tanto è strana la situazione. Controllo il file UBN e incomincio a capire. Quasi tutti i qso sono “Not In Log”. Faccio le prime due o tre verifiche con i log dei corrispondenti ed effettivamente il CALL in questione non è presente. Sospiro di sollievo: il software non sta dando i numeri. Poi il quadro si fa chiaro: in tutti i QSO in questione il nominativo del corrispondente è lo stesso. Controllo la lista dei log ricevuti e per quel nominativo esiste il log. Ora ci siamo: apro quel log e tutto diventa nitido. Il contester in questione ha fatto il contest con un nominativo speciale e poi ha inviato il log (sicuramente per errore) anche con il suo nominativo normale. Mitico!. Poi ci sono le amenità di chi invia il log ancora con il progressivo invece della provincia, o chi usa le zone CQ invece dei rapporti ricevuti, o chi ancora inverte l’ordine del 599 e del rapporto (francamente, se io lo volessi proprio fare, non saprei come). Insomma immagino che possiate cominciare a capire come non sia banale fare un log check serio. Tutto questo preambolo non per dirvi quanto siamo bravi ma per farvi capire quanto il log check del contest ARI sia serio, curato e dettagliato al massimo delle nostre capacità, e per garantirvi che i vostri preziosissimi log sono trattati con il massimo rispetto.

Anche quest’anno riceverete il file UBN, il file cioè che contiene il rapporto generato dal software di controllo e che descrive, in buona sostanza, come si è formato il vostro risultato finale, dettagliando gli eventuali errori e le decisioni prese per ogni QSO che è stato messo in discussione. Il file, che vi sarà inviato per e-mail, servizio per il quale voglio ringraziare Paolo, IK3QAR, che ne cura la spedizione, sarà nominato come: VOSTRO-CALL.ubn ed è, di fatto, un file di testo, che può essere letto tranquillamente tramite il programma windows notepad.

Mi preme sottolineare, soprattutto per coloro che si sono avvicinati al contest ARI-DX per la prima volta, che questo rapporto è utilissimo per conoscere gli errori che si sono commessi e quindi cercare di capire quali possono essere le aree di miglioramento per far sì che la propria performance agonistica non venga penalizzata da sbagli facilmente evitabili. Leggendo le classifiche non potrete far a meno di notare come, proprio a causa di un tasso di errore elevato, una annunciata vittoria si sia trasformata in un secondo posto.

Ora analizziamo qualche numero. Da premettere che per questa edizione del contest ARI International c’erano alcune novità e una in particolare mi ha tenuto un po’in ansia. Si tratta del cambiamento di orario di svolgimento, anticipato alle 1200Z del sabato. Vi confesso che nei primi minuti del contest ho fatto parecchio ascolto sulle varie bande proprio per cercare di capire quale potesse essere la partecipazione. L’ansia è sparita quasi subito, perché il contest si stava svolgendo secondo le attese e la partecipazione è sembrata subito più che buona, tanto che, se la propagazione ci avesse dato una mano, sarebbe veramente stata una edizione da record. Posso aggiungere che ho ricevuto solo qualche lamentela sul cambio orario mentre sono state moltissime le attestazioni di apprezzamento per la modifica introdotta e sono quindi soddisfatto della scelta effettuata. Dopo il grosso lavoro fatto nello scorso anno, sia per i risultati del 2011, sia per quelli degli stranieri per gli anni 2009 e 2010, avevo delle aspettative su un possibile incremento della partecipazione e, di conseguenza, su un cambiamento del trend negativo degli ultimi anni.

Infatti un’altra novità era anche l’accorciamento dei tempi per inviare il proprio log, tempo ridotto a 15 gg. per gli OM e a soli 2 gg. per gli SWL. Anche questo cambiamento è stato vissuto da tutti con serenità e i log hanno cominciato ad arrivare dopo pochi minuti dalla fine del contest. E ne sono arrivati tanti. Come potete osservare sul primo grafico, quest’anno sono pervenuti 1224 log, che rispetto ai 1044 dello scorso anno, son un incremento di oltre il 17%. L’incremento è stato generalizzato, ma il dato che veramente colpisce e che ci rende tutti orgogliosi è il dato relativo ai log Italiani che sono passati dai 243 dello scorso anno a ben 350, che significa un +44%. Grazie! Il trend positivo è riscontrabile anche sul dato della partecipazione degli stranieri, che sono passati da 801 del 2011 a 874 quest’anno, con un incremento di oltre il 9%. I log degli SWL sono arrivati tutti, tranne uno, entro la nuova deadline di 2 gg. il che significa che la richiesta non era campata in aria, ma si basava su dei principi di equità che si prefiggeva di salvaguardare, e la risposta ricevuta è stata di piena approvazione. I log degli SWL ricevuti sono 20 in totale, di cui 14 Italiani, contro i 10 dello scorso anno, e 6 stranieri contro i 5 dello scorso anno. Anche per gli SWL trend molto positivo.

Prima di passare a elencare i vincitori, mi permetto di fare i complimenti a tutti per la sostanziale correttezza della partecipazione, correttezza che ho avuto modo di constatare, sia personalmente che tramite i famosi osservatori e sia dall’analisi dei log che non presentano particolari anomalie, come invece rilevato in un recente passato. Anche la regola dei 10 minuti, rimarcata sia nel regolamento che nelle presentazioni pre-contest, è stata rispettata da tutti i partecipanti Multi-Op, sia Italiani che stranieri, e questo dato assume un significato particolare proprio in virtù di un invocato maggior rispetto delle regole, che da un lato semplifica la vita di chi deve verificare e decidere, e dall’altro è indice di una crescita morale dei partecipanti. Come sempre c’è anche il rovescio della medaglia, e quest’anno ci sono alcune esclusioni dalla classifica finale a causa del vizietto del self-spotting, da intendere, come più volte sottolineato, non solo come spot fatto personalmente ma anche quando è fatto da amici “troppo” interessati. Uno spot non si nega a nessuno, ma quando lo spot è sistematico, a senso unico, fatto giust’appunto in concomitanza dei cambi banda, allora deve essere censurato. E così è stato.

Prima di passare ai vincitori, mi preme rinnovare la mia gratitudine al WWROF (World Wide Radio Operators Foundation), e in particolare a Dave, KM3T, per i suoi sforzi nel mantenere aggiornato e funzionante il robot a kkn.net: grazie a ciò tutti i partecipanti sono stati in grado di inviare il proprio log con facilità e senza particolari problemi.

Finalmente i vincitori! Nella categoria regina del contest, la Multi-Operatore, la “sorpresa” cui facevo riferimento più sopra: vince Lissone, IQ2LS, davanti a Bra, IQ1RY, che nei declared risultava prima. Terzo gradino del podio a IR2C, come lo scorso anno. Bella lotta ragazzi.

Nel Singolo CW il campione quest’anno è IR8C/IZ8GCB, che ha realizzato oltre 1000 qso, quasi doppiando IK2HDF al secondo posto, che sale di un gradino rispetto allo scorso anno, mentre al terzo troviamo IK0EFR una gradita new entry.

Nella categoria Singolo Operatore SSB, IO4C/IZ4DPV, sbaraglia la concorrenza siciliana in virtù di un numero di moltiplicatori superiore e un peso dei Punti/qso più elevato, lasciando così al secondo posto un ottimo IT9RGY, e al terzo posto, più distaccato, II9K/IT9HBT, alla prima partecipazione come singolo operatore: complimenti!.

IN3VVK si riconferma campione nella categoria Singolo RTTY, per il quinto anno consecutivo: non si improvvisano performances costantemente al top, ma sono certamente frutto di un buon setup, unito a sapiente tecnica operativa. Al secondo posto troviamo IW3IAU, mentre IB1B/IW1QN completa la terna.

Nel singolo MIXED I2WIJ/1 si riconferma al top, questa volta dal QTH campagnolo, anche qui in virtù di un miglior numero di multipliers e di un più alto peso specifico dei qso; al secondo un ottimo I1NVU, e al terzo posto di nuovo l’inossidabile IK8UND.

Nella categoria SWL IZ1DGG ritorna sul gradino più alto del podio strappato, sul filo di lana, ad un tenacissimo I1-2098GE, mentre al terzo posto troviamo I5-1990, un’altra new entry.

Concludendo con la classifica delle Sezioni troviamo, quasi la fotocopia del podio dei Multi-Operatore, con Lissone al primo posto, seguita dalla Sezione di Bra al secondo e da Perugia che riesce ad agguantare la terza piazza. Per quanto riguarda le Sezioni è interessante notare come siano state quest’anno ben 134 contro le 116 del 2011, ottimo segnale, così come altrettanto valida la partecipazione di 24 stazioni IQ nella categoria MULTI contro le 17 dello scorso anno.

Anche quest’anno pubblichiamo la classifica dei TOP DX che si meritano una menzione sulla nostra rivista, vista la grande partecipazione. I risultati più completi e dettagliati saranno disponibili sul sito WEB.

Ed ora leggetevi le classifiche: e come sempre un grazie a tutti i partecipanti e complimenti ai vincitori!

73.

Roberto (Bob) Soro, I2WIJ
A.R.I. HF Contest Manager

Leggi i risultati in PDF...