Utenti online
We have 319 guests online
Login
I Soci ARI sono tutti UTENTI REGISTRATI




Usa come password il codice riportato sulla tua etichetta d'indirizzo di RadioRivista
www.ari.it

Direttore responsabile
I2VGW Gabriele Villa

Web Manager
IK8LOV Max Laconca

Redazione
Stefania Sparaciari

QSL quasi Diretto
Invio articoli

Collaborate
con noi!

Inviate
i vostri articoli,
le vostre
autocostruzioni,
le vostre
esperienze
i vostri
racconti di DX a:

RADIORIVISTA

Newsletter
Leggete e votate
International

Disclaimer

ARI. IT è il sito di tutti i soci ARI ma è il caso di ricordare che le opinioni espresse dai collaboratori di questo sito, incluse le inserzioni pubblicitarie, non si identificano necessariamente con il punto di vista di ARI e del suo CDN e per questo motivo la responsabiltà, la correttezza, e la veridicità di quanto scritto, sono da attribuirsi interamente agli autori dei singoli articoli

Message
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon Io resto a casa, l'evento radioamatoriale

There are no translations available.

Riceviamo e ben volentieri pubblichiamo:

Io resto a casa, l'evento radioamatoriale

Spettabile Associazione Radioamatori Italiani, la Sezione ARI di Gravina in Puglia IQ7IC, vuole consegnarvi l'Attestato d'Onore dell'evento radioamatoriale "Io Resto a Casa".
Tutti noi sappiamo di poter sempre ricevere il giusto supporto a qualsiasi iniziativa che intraprenderemo come Sezione e come singoli radioamatori. Per questo vi riconosciamo tale attestazione.
Grazie dell'attenzione.

Il Segretario
Dott. Francesco Ceglie, IU7ENG

Cliccare QUI per leggere il testo completo dell'iniziativa

 

PostHeaderIcon Titanic, ok al recupero del telegrafo Marconi

There are no translations available.

Fu usato per richieste soccorso durante il naufragio

Titanic, ok al recupero del telegrafo Marconi

(ANSA) - NEW YORK: Il telegrafo di Marconi usato, tra le altre cose, per lanciare le richieste di soccorso durante il naufragio del Titanic potrà essere recuperato. Lo ha stabilito un tribunale della Virginia modificando un precedente ordine giudiziario del 2000 che proibiva di tagliare il relitto o di toccare qualsiasi parte di esso. Il giudice ha dato il via libera al recupero perché il telegrafo è un oggetto "importante sia storicamente che culturalmente" e rischia di essere perso a causa del deterioramento del relitto. Il Titanic affondò il 15 aprile 1912, durante il suo primo viaggio, a causa della collisione con un iceberg nella notte al largo delle coste canadesi. Circa 1500 passeggeri persero la vita. Il telegrafo si trovava nella cosiddetta 'Marconi Room' e, come novità per l'epoca, da essa i passeggeri potevano anche spedire messaggi privati dalla nave stessa.

 

PostHeaderIcon Diploma "Marconi: Genio ed ingegno"

There are no translations available.

Diploma "Marconi: Genio ed ingegno" 2020
"Marconi: Genius and Brainwave" 2020 Award
dal 1 Gennaio al 31 Dicembre 2020

La Sezione A.R.I. di Fidenza (PR) ed il Museo Marconi (Fondazione Guglielmo Marconi - Bologna) sono lieti di presentare questa iniziativa, unica nel suo genere ed inedita in ambito nazionale, che si pone come obiettivo la diffusione e la divulgazione di alcuni eventi particolarmente significativi e simbolici della vita di Guglielmo Marconi anche al di là degli aspetti prettamente tecnico – scientifici, ampliando così gli orizzonti anche a fatti o avvenimenti che hanno avuto impatto, più in generale, sulla società civile e sull’ Umanità intera.
La manifestazione è organizzata in collaborazione con il Museo Marconi (Fondazione Guglielmo Marconi), che ne ha curato la parte di consulenza e di ricerca storico – biografica.
Operativamente l'iniziativa si prefigge l'attivazione, durante l'intero 2020, di dodici stazioni radio commemorative con nominativo speciale, che si avvicenderanno a turno durante l'anno: ad ogni mese è associato un nominativo speciale, a sua volta dedicato ad uno specifico avvenimento.
Tutti i dettagli, l'elenco dei call speciali ed il regolamento sono disponibili sul sito ufficiale: www.arifidenza.it

 

PostHeaderIcon Così I7PHH insegna CW

There are no translations available.

Così I7PHH insegna CW

Il corso è destinato a chiunque ha voglia di imparare o rinfrescare la conoscenza del CW.

Esso si compone di una serie di lezioni, che verranno trasmesse via radio, dal lunedi al venerdi  fino a quando sarà possibile/necessario.

Preavvisi, notizie ed informazioni in tempo reale, saranno fornite sulla mia pagina Facebook Gianni Capitanio e sul canale telegram CW_QRS Corso Base, sugli stessi canali richiedere il piano delle lezioni che verrà fornito a richiesta in formato PDF.

Calendario:

Orari e Frequenze (lunedi - venerdi):

15,30 UTC - 7036kHZ (+ o -)
20,00 UTC - 3559KHZ (+ o -) 

Chi non dispone di RX HF, può ascoltare anche tramite gli RX di http://www.websdr.org/

Orari e frequenze potranno essere modificati o anche incrementati, anche in funzione dell’interesse e della disponbilità del mio tempo. In caso di impedimenti imprevisti cercherò di dare notizia in tempo utlile. Il corso è gratuito.

73 de,

Gianni Capitanio, I7PHH

 

PostHeaderIcon Il primo contatto transatlantico sui 70 centimetri

There are no translations available.

Il primo contatto transatlantico sui 70 centimetri

La storia sembra essere stata scritta durante il 7 aprile scorso,  quando D4VHF (Marc EA8FF) da Capo Verde e Burt Demarcq, FG8OJ, in Guadalupe nei Caraibi hanno completato un contatto sui 70 centimetri usando l’FT8 su una distanza di 3.867 chilometri.

Ciò segnerebbe il primo contatto transatlantico su questa banda senza uso di satelliti o EME; il modo più probabile di propagazione utilizzato è stato sicuramente il condotto marino (sea duct).

Il giorno prima, 9Y4D da Trinidad ha copiato D4VHF su una distanza di 4.006 chilometri, ma non è stato stabilito alcun contatto bilaterale.

D4VHF è il nominativo per le attività VHF eUHF del Team Monteverde Contest (D4C). 

Forse non a caso, FG8OJ è stato il primo a superare l'Atlantico in 2 metri sullo stesso percorso, quando ha lavorato D41CV dalla stessa stazione a Capo Verde il 16 giugno 2019 scorso.

Il blog di EI7GL include ulteriori informazioni sul contatto di 70 centimetri.

Fonte: ARRL

 

Dona il 5x1000

Rinnovi 2020

QUOTE SOCIALI 2020

BONIFICO BANCARIO

Unicredit Banca
IBAN: IT 49 I 02008 01629 000100071400


C/C POSTALE

Numero: 899203


PAGA CON CARTA
Rinnova ora

  

SPECIFICARE SEMPRE
► Nome+call (o matr.)
► Rinnovo 2020

QSL Bureau
Manuale QSL Bureau
Seguici su...

Attività DX