Utenti online
We have 260 guests online
Login
I Soci ARI sono tutti UTENTI REGISTRATI




Usa come password il codice riportato sulla tua etichetta d'indirizzo di RadioRivista
www.ari.it

Direttore responsabile
I2VGW Gabriele Villa

Web Manager
IK8LOV Max Laconca

Redazione
Stefania Sparaciari

QSL quasi Diretto
Invio articoli

Collaborate
con noi!

Inviate
i vostri articoli,
le vostre
autocostruzioni,
le vostre
esperienze
i vostri
racconti di DX a:

RADIORIVISTA

Newsletter
Leggete e votate
International

Disclaimer

ARI. IT è il sito di tutti i soci ARI ma è il caso di ricordare che le opinioni espresse dai collaboratori di questo sito, incluse le inserzioni pubblicitarie, non si identificano necessariamente con il punto di vista di ARI e del suo CDN e per questo motivo la responsabiltà, la correttezza, e la veridicità di quanto scritto, sono da attribuirsi interamente agli autori dei singoli articoli

Message
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon Cent'anni fa la trasmissione di Marconi da Fiume

There are no translations available.

Cent'anni fa, il 22 settembre 1920, Guglielmo Marconi arrivava a Fiume. Inviato del governo italiano per convincere D'Annunzio ad abbandonare l'impresa, Marconi fu accolto invece come un eroe e attivò una trasmissione dall'Elettra, da dove D'Annunzio parlò al mondo della questione fiumana. E' forse la prima trasmissione di radiodiffusione circolare in voce nella nostra lingua.

Marconi non riuscì (o forse non volle) convincere il poeta di cui era divenuto amico specialmente negli anni della I Guerra Mondiale. Concedette così a D'Annunzio di lanciare dall'Elettra un messaggio, diffuso alle 14 ora locale del 23 settembre 1920. Il poeta chiedeva che la reggenza del Carnaro fosse riconosciuta in tutto il mondo e associava Marconi alla sua richiesta.
Poiché la trasmissione dannunziana del 23 settembre 1920 si sarebbe svolta senza un destinatario preciso, cioè ebbe la caratteristica della circolarità e non del marconigramma, si potrebbe concludere che la prima trasmissione radiofonica in italiano sia stata realizzata a Fiume in quel giorno.
Un articolo sul tema fu pubblicato da Luigi Cobisi sull'Avvenire nel 2010.

Fotografie dell'evento si trovano al Vittoriale, presso la Fondazione nella splendida villa di Gardone sul lago di Garda e sono state pubblicate con un testo molto appropriato nel libro "Fiume" (Mondadori, Milano, 2009) da Mimmo Franzinelli e Paolo Cavassini. Nel libro si accenna anche al dono di una stazione radio fatto da Marconi a D'Annunzio che tuttavia potrebbe non essersi concretizzato. Dell'amicizia tra l'inventore della radio e il poeta è stata anche pubblicata una parte della corrispondenza, contenente tra l'altro il testo della trasmissione fiumana, in "Onde d'inchiostro. Marconi, D'Annunzio: storia di un'amicizia" di Annamaria Andreoli, pubblicato nel 2004 da Abacus.
Successivamente, l'inventore - come altri illustri italiani - riuscirà anche ad approfittare delle leggi locali che - a differenza di quanto accadeva nel Regno d'Italia - consentivano il divorzio, facendo dichiarare a Fiume la fine del matrimonio con Beatrice O'Brien. Riavvicinatosi alla fede cattolica, Marconi otterrà poi l'annullamento ecclesiastico potendo quindi sposare la contessa M. Cristina Bezzi Scali.
Dopo la prima guerra mondiale Fiume, fino ad allora parte dell'impero Austro-Ungarico, riguadagnò la propria indipendenza ma già nel 1919 il poeta Gabriele D'Annunzio guidò i propri legionari nella città instaurandovi una reggenza allo scopo di affermarne l'appartenza all'Italia. Terminata l'esperienza dannunziana la città passò effettivamente all'Italia per essere assegnata alla fine della II Guerra Mondiale alla Jugoslavia e successivamente alla Repubblica di Croazia. Nel 2020 è capitale europea della cultura. La città vanta una comunità italiana autoctona oggi attiva anche nella radiofonia e attraverso scuole, teatro e editoria in tutti i campi della cultura. Fiume ricevette la sua prima stazione radio ufficiale all'inizio del periodo jugoslavo (1945-1991) ora parte della rtv pubblica croata HRT. Due brevi notiziari e un programma più lungo alle ore 16 sono in italiano. Quest'ultima trasmissione è altresì replicata alle 18 nella programmazione internet della Voce della Croazia.

Fonte: italradio

 

PostHeaderIcon Già ripartiti gli ordini online ma             chiusi al pubblico gli uffici Ediradio

There are no translations available.

Siamo felici di poter comunicare

che tutti gli ordini saranno regolarmente evasi

a partire dal 1 Giugno 2020.

Vi informiamo che

Alla luce delle normative di rispetto e distanziamento COVID-19

NON sarà possibile recarsi in Ediradio fino a nuove disposizioni.

Siamo certi che comprenderete!

Buona Radio a tutti!

Ediradio s.r.l.

 

PostHeaderIcon Servizio QSL Bureau - Ripresa spedizione pacchi alle Sezioni

There are no translations available.

Servizio QSL Bureau - Ripresa spedizione pacchi alle Sezioni
Per scaricare il documento in PDF cliccare sull'immagine

 

PostHeaderIcon Directory IIA 2020

There are no translations available.


La nuova edizione 2020 della Directory del Diploma delle Isole Italiane, I.I.A. è disponibile sulla home page del Diploma del sito ARI nonchè sulla sezione dello stesso in Inglese. Come al solito cliccate sull’icona a sinistra della pagina, proprio quella della copertina della Directory e partirà il download della stessa.

Questa Directory è stata redatta durante il mese di Febbraio, quando già erano evidenti le prime conseguenze pratiche della pandemia Covid-19 che sta colpendo la nostra nazione e tutto il mondo intero.

Oltre ad unirci al sentimento che l’ARI ha espresso nei confronti di tutte le vittime della pandemia, ci associamo anche alle raccomandazioni restrittive generali sottolineate dall’ARI stessa come conseguenze di quelle emesse a livello del Governo Italiano.

Siamo tutti più che consci che la pandemia in corso impatterà pesantemente le attività radio in portatile e di conseguenza anche l’attività I.I.A., così come l’attività DX a livello globale.

Le salute personale è ovviamente la priorità assoluta, per cui il vostro manager I.I.A. vi raccomanda anche lui “Stay Home”. Spero che i relativamente pochi radioamatori residenti sulle isole italiane minori possano esprimersi con attività frequenti dai loro domicili   in modo da tenere simbolicamente alto il livello di “segnale” dell’ I.I.A. anche in questo difficile 2020.

Ringrazio anche quest’anno tutti coloro che in ARI hanno confermato la loro fiducia nel mio operato per l’I.I.A., a cominciare dal nuovo Presidente Vincenzo Favata IT9IZY e dal Segretario Generale Mauro Pregliasco I1JQJ, pilastro storico del programma I.I.A. Inoltre Gabriele Villa I2VGW Direttore di Radio Rivista con Stefania Sparaciari della stessa Redazione, oltre a Max Laconca IK8LOV, Webmaster ARI e PierLuigi Anzini IK2UVR, Award Manager ARI.

Ringrazio poi tutti i Soci A.R.I. che nel Referendum Elettorale 2019 per il CND mi hanno premiato con la loro preferenza, dandomi l’opportunità di spendere ulteriori forze nelle attività dell’Associazione.  Farò il mio meglio per poter far fruttare la fiducia concessa.

 Saverio Amore, IK2RLS
I.I.A. Award Manager

 
There are no translations available.

Emergenza Coronavirus: ecco cosa abbiamo deciso

Circolare Coronavirus

DOWNLOAD DOCUMENTO

 
Dona il 5x1000

Rinnovi 2020

QUOTE SOCIALI 2020

BONIFICO BANCARIO

Unicredit Banca
IBAN: IT 49 I 02008 01629 000100071400


C/C POSTALE

Numero: 899203


PAGA CON CARTA
Rinnova ora

  

SPECIFICARE SEMPRE
► Nome+call (o matr.)
► Rinnovo 2020

QSL Bureau
Manuale QSL Bureau
Seguici su...

Attività DX