Messaggio
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

    Documentazione Direttiva e-Privacy

PostHeaderIcon DX e Spedizioni

PostHeaderIcon "3Y0Z? Un fallimento di proporzioni epiche"

A DARE il giudizio impietoso del titolo non sono io, bensì Ralph Fedor (K0IR), che dell'attesissima ed altrettanto disastrosa DXpedition a Bouvet è stato uno degli organizzatori. E' appena il caso di accennare che K0IR non è un pivellino alle prime armi, avendo partecipato - come team member e/o team leader - a numerose spedizioni entrate negli annali del DX. Per limitarci a quelle in ambito subantartico, ricordiamo VK0IR (Heard Island, 1997), VP8ORK (South Orkney Islands, 2011) e FT5ZM (Amsterdam Island, 2014), nonché le due "accoppiate" South Sandwich &-South Georgia (VP8SSI & VP8CBA nel 1992 e VP8THU & VP8GEO nel 2002) e le due spedizioni a Pietro I (3Y0PI nel 1994 e 3Y0X nel 2006).

 

Leggi l'articolo completo in PDF
tratto da RadioRivista 7-8/18 pagg. 28-30

 

PostHeaderIcon Back to Africa, Burundi: un Paese riscoperto dal MDXC

Non potete dire di non essere stati avvertiti: la sibillina frase con cui si chiudeva il resoconto della scorsa avventura in Cambogia ("assicuratevi di non avere i rotori bloccati a est...") era tutt'altro che campata in aria.

L'MDXC è quindi ritornato in Africa dopo diversi anni. Perché? Sulla via del ritorno dal Burundi, in un affollato caffè dell'aeroporto internazionale di Addis Ababa, risponde a questa domanda un assonnato Gabriele Villa I2VGW, Co-leader della spedizione MDXC: "Lo spedizioniere è sempre animato da una sana e positiva inquietudine -la citazione di Benedetto XVI coglie tutti di sorpresa- e dopo tanta Asia, tornare in Africa è stato un po' come un ritorno a casa. Certo non è stato facile, ma proprio questo cercavamo... e siamo stati ampiamente accontentati".

 

Leggi l'articolo completo in PDF
tratto da RadioRivista 3/18 pagg. 32-42

 

PostHeaderIcon Calma e sangue freddo: è in arrivo 3Y0Z da Bouvet

Se la Corea del Nord è saldamente in testa alla graduatoria dei Most Wanted DXCC (e sembra essere destinata a rimanervi ancora a lungo), da tre anni a questa parte la seconda posizione, un tempo occupata da Navassa, spetta a Bouvet. Tutto induce a ben sperare che nel giro di poco la situazione cambierà, perché sta per arrivare 3Y0Z: una spedizione DX formato king size sotto ogni punto di vista, che dovrebbe riversare un bel numero di QSO nelle nostre affamate scodelle. Oggi come oggi la propagazione è quello che è, ma le previsioni inducono a un certo ottimismo, soprattutto su alcune bande (guardate i video sul sito della spedizione).

 

Leggi l'articolo completo in PDF
tratto da RadioRivista 1/18 pag. 20-21

 

PostHeaderIcon Un altro colpo dei soliti noti: una Cambogia da scoprire!

L'Asia: terra di spiritualismo e sfrenato capitalismo di Stato, di cultura millenaria e cronica povertà, di eterne irrisolvibili contraddizioni e, perché no, anche seconda casa del Mediterraneo DX Club.

Già a Maggio cominciano a circolare gli inviti ufficiali a partecipare alla DXpedition dell'MDXC per il 2016: arriva l'e-mail di Antonio Cannataro IZ8CCW, apro l'allegato e, con trepidazione, scorro le righe fino a trovare la notizia che cercavo. Quest'anno si va in CAMBOGIA.

"Se il Vietnam ti è piaciuto, la Cambogia ti farà impazzire", sembra voler dire Ant, Co-leader assieme a Gabriele Villa I2VGW delle operazioni "spedizioniere" del MDXC.

La previsione di spesa è sostenibile (circa 2000 Euro a testa), il periodo è sempre il solito (inizio Novembre, fine del periodo delle piogge ma ancora fuori dalla stagione turistica). All'avviso che quest'anno sarà una sistemazione "spartana" rispetto al Vietnam del 2015 presto poca attenzione: andiamo per far radio, non turismo.

 

Leggi l'articolo completo in PDF
tratto da RadioRivista 2/17 pagg. 12-21

 

 

PostHeaderIcon Il Mediterraneo International team in sella al Dragone giallo

"Volevo una spedizione e, per i miei peccati, me diedero una". La citazione (adattata) da "Apocalypse now" mi è sembrata da subito inevitabile, soprattutto perché è proprio per i miei "peccati" di contester che sono stato inserito in questa nuova avventura dell'MDXC a Da Nang, Viet Nam.

Come ultimo arrivato, tra i tanti "cerini corti" estratti, ho avuto anche quello della redazione del presente articolo a beneficio dei lettori di RR: i mazzi dei cerini erano, ovviamente, truccati e di questo cercherò di vendicarmi cogliendo l'occasione imprudentemente fornitami dallo stesso Co-leader della spedizione, nonché Direttore di RR, Gabriele Villa, I2VGW…

 

Leggi l'articolo in PDF
tratto da RadioRivista 1/16 pagg. 13-21

 
Altri articoli...